GIOVANI e GIOVANISSIMI

Il centro d’ascolto giovani accoglie ogni tipo di richiesta.

Dopo una serie di primi colloqui di accoglienza si procede ad una breve valutazione delle difficoltà o del problema riportato dal ragazzo. Il centro si preoccupa di inviare e accompagnare la persona a un servizio specialistico, nel caso la problematica segnalata non rientri nelle possibilità di aiuto offerte dallo stesso servizio C.P.S.

Le questioni affrontate direttamente dal centro sono relative a difficoltà di rapporto coi genitori o coi coetanei, oppure relative a difficoltà personali e/o affettive. Altro ambito è quello relativo alla prevenzione e all’accompagnamento di situazioni di consumo o abuso di sostanze. Gli strumenti utilizzati sono due: il colloquio personale, attraverso il quale vengono costruite strategie di cambiamento rispetto ai comportamenti più problematici; il gruppo di auto-aiuto, tramite il quale i ragazzi possono confrontarsi coi coetanei rispetto a difficoltà comuni e stimolino reciprocamente una maggior presa in carico del problema riconosciuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *